Osservatorio Astronomico di Tradate FOAM13

 

 

Eventi e News

Voglia di Spazio?

Grazie alla collaborazione tra la nostra fondazione e la Fondazione Comunitaria del Varesotto, finanziatrice dell'intera iniziativa, siamo felici di annunciare la partenza di un ciclo di nove approfondimenti di astronomia che partiranno questo Dicembre e si concluderanno a Giugno dell'anno prossimo.

Per prenotare e saperne di più visitate il sito:

Vai alle Conferenze


La Cometa di Natale!

Purtroppo non ha un nome particolarmente romantico, si chiama 46P/Wirtanen e promette di regalarci uno spettacolo decisamente suggestivo. Comparirà nel cielo alla fine di Novembre e per tutto il mese di Dicembre sarà visibile anche ad occhio nudo. Sarà, insomma, la cometa di Natale.

L'articolo completo in PDF




A Spasso Tra Le Stelle

Fondazione Osservatorio astronomico Messier 13 (FOAM 13) ed Astronatura presentano “A spasso tra le stelle” è il corso introduttivo di astronomia di base rivolto a tutti gli appassionati ed i curiosi del cielo e delle sue meraviglie che Foam propone a partire da giovedì 18 ottobre alle ore 21 presso l’Osservatorio astronomico di via ai Ronchi 75 a Tradate. Il programma completo e dettagliato online: Vai al Corso


MARTE: IN ATTESA DELLA GRANDE OPPOSIZIONE.

Serata ‘marziana’ del GAT Lunedì 18 Giugno, ore 21 a Villa TRUFFINI.

Alla fine di luglio 2018 Marte sarà a soli 57,6 milioni di km dalla Terra, in uno delle massime opposizioni perieliche di sempre (Marte al perielio allineato con Terra e Sole). Mentre da Terra tutti potranno ammirare un grande spettacolo celeste nel Capricorno, dalle parti di Marte le esplorazioni spaziali stanno fornendo risultati di grande importanza. Il GAT. Gruppo Astronomico Tradatese ne parlerà Lunedì 18 Giugno 2018, h21 a Villa Truffini (centro Tradate) in una conferenza sul tema: MARTE, IN ATTESA DELLA GRANDE OPPOSIZIONE. Relatore il dott. Cesare GUAITA, Presidente del GAT e grande esperto di problemi marziani. La serata di Lunedì 18 Giugno è diventata ancora più appetibile dopo il recentissimo clamoroso annuncio della NASA (8 Giugno) relativo alla scoperta di residui organici probabilmente lasciati 3,5 miliardi di anni fa da batteri nei terreni marziani di Mojave e Confidence Hill, all’interno del cratere Gale dove sta lavorando da alcuni anni il Rover Curiosity. Tutto questo verrà ampiamente discusso dal GAT Lunedì sera e per la prima volta in pubblico. Il contemporaneo annuncio, sempre della NASA, che da quelle parti c’è metano che sembra aumentare d’estate e diminuire d’inverso è un ulteriore indizio della presenza di batteri, questa volta non antichi ma viventi attualmente su Marte. Bisogna infatti ricordare che sulla Terra il 90% almeno del metano è di origine biologica e che esistono, sui fondali oceanici, batteri estremofili che di questo metano si ‘cibano’ regolarmente. In questa situazione si può ben immaginare quanto grande sia l’attesa per i primi risultati di TGO, l’ orbiter dell’ ESA che, dopo due anni di modificazioni orbitali, da Aprile 2018 si è portato in un’orbita marziana molto bassa (400 km) perfettamente adatta perché i potenti spettrografi di bordo ricerchino metano 24 ore su 24. Ma una parte importante della serata verrà dedicato anche ad InSight, l’avveniristica missione della NASA che, lanciata lo scorso 5 Maggio, da Novembre scenderà nella regione vulcanica di Elysium alla ricerca di terremoti marziani, per capire se l’interno del Pianeta Rosso è ancora sufficientemente caldo da supportare fenomeni geologici, supporto indispensabile per qualunque attività biologica presente o passata. In definitiva una serata indispensabile in preparazione della attesissima grande opposizione di Marte, massimo fenomeno astronomico del 2018.

PDF


Una “vecchia” cometa torna a farci visita

La cometa Giacobini-Zinner, ufficialmente 21P/Giacobini-Zinner, è una cometa periodica appartenente alla famiglia cometaria di Giove. È stata scoperta all'Osservatorio di Nizza da Michel Giacobini il 20 dicembre 1900 e venne ritrovata da Ernst Zinner all'Osservatorio di Bamberga nel passaggio al perielio del 1913. La cometa può raggiungere in media anche l'ottava magnitudine, ma nel 1946 ha subito una serie di outburst che la portarono alla quinta magnitudine, perciò visibile anche a occhio nudo.

L'articolo completo in PDF

A proposito della notizia NASA sul ritrovamento di antichi materiali organici, una forma "misteriosa" di metano su Marte.

Il rover Curiosity ha trovato nuove prove conservate nelle rocce, le quali suggeriscono che Marte potrebbe aver ospitato forme primordiali di vita. Inoltre ci sono tracce anche nell'atmosfera marziana, collegate con la ricerca di vita attuale sul pianeta rosso. Sebbene questa notizia abbia fatto scalpore, la scoperta di metano organico su Marte risale ad almeno 50 anni fa, come ci ricorda il dr. Cesare Guaita:


NASA

IL COLORE DELLE COMETE

(Articolo di indagine: "Una cometa rossa nei nostri cieli" di Federico Manzini)

Ma perché alcune comete sono blu e azzurre? E perché altre appaiono verdi? Beh, queste sono due belle domande! Le risposte richiedono però alcune conoscenze...

A Spasso tra le stelle
Corso di Astronomia

A spasso tra le stelle è un corso introduttivo rivolto a tutti gli appassionati e curiosi di astronomia. Se il cielo stellato ti affascina da sempre e vorresti conoscerlo e imparare ad osservarlo, questa è l'occasione giusta! Il mondo dell'astronomia verrà svelato attraverso un corso divulgativo e scientificamente accurato organizzato dall'Osservatorio di Tradate FOAM13 e da AstroNatura con il coinvolgimento di esperti del settore e mettendo a disposizione gli strumenti dell'osservatorio...

VAI ALLA PAGINA DEDICATA

16.03.2018 BOOK INTERNATIONAL COSMIC DAY

Pubblicato da DESY (istituto di fisica nucleare in Germania) il libretto con tutti i lavori svolti durante l'International Cosmic Day 2017 di novembre; tra i quali i risultati degli esperimenti eseguiti qui in osservatorio, dagli studenti del Liceo Curie.


IL CERCATORE DEL TELESCOPIO DI NEWTON


Da una lettera di Christiaan Huygens scopriamo i pregi dell’allora neonato telescopio...

Di Federico Manzini

Il telescopio di Newton

Di Federico Manzini

Nel compiere alcune ricerche storiche sul sito della Bibliothéque National de France e su Gallica (http://gallica.bnf.fr) ho ritrovato una lettera scritta nel 1672 da Christiaan Huygens dove si descrivevano i pregi che avrebbe avuto l’invenzione di un certo Isaac Newton, giovane trentenne ma già famoso in Inghilterra per le sue capacità. Questi aveva appena pubblicato un articolo sulle Philosophical Transactions, il principale periodico scientifico edito dalla Royal Society of London, con un titolo accattivante: A new catadioptrical telescope…

Leggi o scarica il pdf completo

6° INTERNATIONAL COSMIC DAY

La ricerca collega i teenagers di tutto il mondo per un giorno.

Il 30 novembre 2017 si svolgerà per la sesta volta la "Giornata Cosmica Internazionale", dove giovani studenti in tutto il mondo esploreranno i messaggeri dell'universo. Gli studenti indagheranno i raggi cosmici che passano indisturbati attraverso tutti noi, discuteranno i loro risultati con gli scienziati e lavoreranno come in una collaborazione scientifica internazionale.
Le istituzioni di ricerca in tutto il mondo così come l'Osservatorio FOAM13 aprono le proprie porte e si riuniscono per offrire ai giovani, un giorno emozionante nella ricerca della fisica delle astroparticelle. L'evento è stato avviato dal DeutschesElektronen-Synchrotron (DESY) in collaborazione con NetzwerkTeilchenwelt in Germania e il centro di ricerca Fermilab con la sua rete di insegnanti QuarkNet negli Stati Uniti.

L’osservatorio FOAM13 in occasione del 6° INTERNATIONAL COSMIC DAY ospiterà gli studenti del Liceo Scientifico “Curie” di Tradate.


Il campo della fisica delle astroparticelle è un campo di ricerca relativamente giovane che si è sviluppato rapidamente per diversi anni. Le collaborazioni internazionali e le nuove tecnologie forniscono una visione approfondita dell'Universo in cui viviamo. Si stanno costruendo grandi osservatori per rilevare le particelle più piccole che attraversano il cosmo. Queste particelle cosmiche forniscono le informazioni necessarie per ottenere una visione dei terrificanti processi del nostro universo. La fisica astroparticellare moderna mira a trovare spiegazioni dei fenomeni che hanno confuso gli scienziati per molti anni.

Con rivelatori che sono specificamente progettati per gli studenti delle scuole superiori, i giovani ricercatori hanno la possibilità di rivelare i raggi cosmici stessi. Durante la giornata ICD si esamina la direzione da cui proviene la maggior parte dei raggi cosmici. Otteniamo lo stesso numero di muoni da tutte le direzioni, oppure c'è una direzione preferita? Gli scienziati e gli insegnanti addestrati aiuteranno i giovani a pianificare, implementare e valutare i dati ottenuti. I giovani saranno quindi in grado di condividere i loro risultati in una videoconferenza con gli altri partecipanti a livello mondiale. Questa analisi, il confronto e la discussione congiunte dimostreranno agli studenti come può essere raggiunta la cooperazione internazionale e come la scienza funzioni come elemento di collegamento oltrepassando i confini nazionali, le barriere linguistiche e le differenze culturali.

Ma non bisogna perdere l’opportunità di valutare i dati della ricerca scientifica. Durante la giornata ICD, gli esperimenti di ricerca internazionali ATLAS e IceCube produrranno le loro misure appositamente per questo evento e presentano i risultati ai giovani partecipanti. ATLAS è un rivelatore di particelle elementari dell'acceleratore di particelle LHC (Large Hadron Collider) al CERN;  mentre IceCube al Polo Sud è un enorme osservatorio alla ricerca di neutrini ad alta energia provenienti dall'universo.


Contatti internazionali:
Coordinamento dell’International Cosmic Day
CarolinSchwerdt
DeutschesElektronen-Synchrotron DESY
Telefono: +49 (0) 33762 7-7264
ICD (at) desy.de
http://icd.desy.de
Contatti locali:
Fabrizio Piacentini (Presidente)
presidente (at) foam13.it
http://www.foam13.it

Marco Arcani (Coordinatore)
marco.arcani (at) astroparticelle.it
http://www.astroparticelle.it

Cesare Guaita (consulente scientifico)
c.guaita (at) libero.it
http://www.gruppoastronomicotradatese.it


Vedi tutte le news


parco pineta
comune di tradate
gruppo astronomico tradatese